GIURIA

FELICITY AYLIEFF

Felicity Aylieff Opentoart Jury Officinesaffi Bw Lr

Felicity Aylieff è Senior Tutor presso il dipartimento Ceramics & Glass del Royal College of Art di Londra. È artista di fama internazionale, riconosciuta per le sue ricerche nell’ambito ceramico. Lavora autonomamente da più di trent'anni. Recentemente ha sviluppato un rapporto di collaborazione con le fabbriche di Jingdezhen, in Cina, dove produce vasi monumentali. Il suo lavoro è espressione della passione per il materiale ceramico e abilità nell’utilizzo di colori e tecniche decorative. Le sue opere sono esposte in numerose collezioni private e pubbliche internazionali tra cui il Victoria and Albert Museum di Londra ed è rappresentata dalla galleria Adrian Sassoon di Londra.

LAURA BORGHI

Laura Borghi Officinesaffi Lr Bw

 L’ecletticità del progetto Officine Saffi è espressione del suo percorso professionale. Dopo una prima formazione in campo scientifico, una specializzazione in grafica e nell’illustrazione, si interessa alla ceramica, una passione nata partecipando a corsi e workshop tenuti da importanti protagonisti della ceramica internazionale. Da qui il passaggio a voler diventare divulgatrice dei diversi “saperi” appresi è stato immediato; nasce così - sette anni fa - Officine Saffi, una realtà unica in Italia nata con l’intento di valorizzare l’arte ceramica inserendola in un contenitore architettonico che racchiude arte, laboratori, seminari e progetti editoriali. Accanto alla Galleria, che si propone di promuovere la ceramica nella sua forma più evoluta e raffinata, il laboratorio OS Lab, per workshop e seminari tenuti da importanti artisti, e Fragile, una rivista cosmopolita con uno sguardo sia alla ceramica tradizionale sia contemporanea e all’arte in generale in tutte le sue forme ed espressioni.

FLAMINIO GUALDONI

Flaminio Gualdoni Opentoart Jury Foto Giorgio Lotti

 Dal 1980 insegna storia dell’arte all’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano. Dal 1988 al 1994 dirige la Galleria Civica di Modena, dal 1995 al 1999 i Musei Civici di Varese, nel 2005-2006 la Fondazione Arnaldo Pomodoro, Milano. E’ commissario alla 44° Biennale di Venezia, 1990.
Cura, tra le altre, mostre pubbliche di Osvaldo Licini, Gastone Novelli, Giuseppe Capogrossi, Salvatore Scarpitta, Mario Mafai, Jean Fautrier, Lucio Fontana, Enzo Cucchi, Urs Lüthi, Jaume Plensa, George Grosz, Piero Manzoni, Marino Marini, Arnaldo Pomodoro, Giacomo Manzù, Massimo Campigli, Nanni Valentini, Leonardo Cremonini, André Villers, Carlo Zauli, Antoni Tàpies, Meret Oppenheim.
Dal 1985 al 2011 collabora alle pagine culturali del “Corriere della Sera” e dal 2006 tiene la rubrica “Il criptico d’arte” in “Il Giornale dell’arte”.
Tra il 2005 e il 2009 dirige la rivista “FMR” e nel 2007 fonda “La rivista bianca FMR”. Ha collaborato con rubriche d’arte a “Il Giorno”, “La Domenica del Corriere”, “Italia Oggi”, “Gente”, RAI Radio 2, RAI Radio 3. Per la trasmissione “Appunti di volo” di RAI Radio 3, nel 2002 gli è stato assegnato il “Premio Venezia alla Comunicazione” in occasione del 6° Salone dei beni e delle attività culturali, Venezia.

TOM MORRIS

Tom Morris Opentoart Jury Bw

Tom Morris è editor e consulente specializzato in design, interni e architettura. Scrive per FT Weekend, CNN Style, Departures e Architectural Digest e collabora con Monocle. Il suo terzo libro, New Wave Clay, sarà pubblicato nell'aprile 2018. Sarà inoltre membro della giuria della Biennale Interieur Awards 2018. In precedenza è stato design editor di Monocle, supervisionando tutti i contenuti di design e di stile su piattaforme di stampa e digitali. È stato ospite di oltre 100 episodi del podcast settimanale della sezione D e ha pubblicato The Monocle Guide To Cozy Homes. In precedenza, è stato direttore di progetti di contenuti personalizzati presso l'agenzia Winkreative, lavorando con clienti come Louis Vuitton, Lexus e Hermès. Si è laureato in storia dell'arte all'UCL e ha iniziato la sua carriera editoriale nel mondo dell'arte lavorando per la rivista ArtReview e la Serpentine Gallery.

ISABELLE NAEF GALUBA

Jury Opentoart Neil Galuba Def Lr Def

Isabelle Naef Galuba è la direttrice del Museo Ariana, Ginevra. Ha conseguito un master in arte con specializzazione in ceramica e con diversi corsi di laurea specialistica in management. Il museo garantisce la conservazione di un patrimonio culturale, artistico, storico e industriale, studia le sue collezioni e diffonde le sue conoscenze, si posiziona come un vettore di integrazione sociale e "Vivere insieme", come strumento di educazione artistica e storica, come luogo di interesse e attrazione turistica e come luogo di accoglienza e piacere per il pubblico.

ELISA OSSINO

Ossino Opentoart Jury

Elisa Ossino è originaria di Lentini (in provincia di Siracusa), ma milanese adottiva dai tempi della facoltà di Architettura frequentata al Politecnico. Architetto, interior designer e stylist, è a capo di uno studio di progettazione eclettico che si occupa di art direction, progettazione e consulenza d’immagine per le principali aziende di design.Creando per ognuna un racconto molto personale, Elisa attinge e mescola realtà diverse: design, arte, architettura, fotografia e moda, ma l’elenco potrebbe facilmente ingrandirsi.

RANTI TJAN

Jury Open To Art Ranti Ekwc Lr

Ranti Tjan è il direttore dell’ European Ceramic Work Center (.ekwc), centro di residenza artistica e centro di eccellenza nel mondo della ceramica. Nato a L'Aia, in Olanda. Inizialmente ha lavorato presso istituzioni artistiche come il museo municipale di Utrecht (direttore delle mostre) e Gouda (direttore). Specializzato in arte contemporanea, ha anche curato mostre di design, pittura, moda e storia urbana del XVII e XIX secolo. Tjan ha collaborato con artisti come Pipilotti Rist, Tiong Ang, Carsten Holler, Cai Quo Ciang e John Kormeling. Si è concentrato interamente sulla ceramica contemporanea dopo essere stato nominato direttore del centro European Ceramic Workcentre nel 2010. Tjan ha lavorato come membro del consiglio e della giuria delle biennali di ceramica di Francia, Australia, Corea del Sud, Taiwan, Inghilterra, Belgio.

MATTEO ZAULI

Matteo Zauli Opentoart Jury We Lr


Matteo Zauli affianca il padre Carlo Zauli nella gestione dello studio di scultura, ed inizia a partire dal ‘96 l’attività di organizzatore di eventi culturali. Nel 2000 si diploma al Corso di Management Culturale alla Fondazione Fitzcarraldo di Torino. Nel 2002 trasforma lo studio del padre nel Museo Carlo Zauli, un centro culturale sede di opere scelte e aperto a esperienze nel contemporaneo ricreando, con strumenti attuali, la vitalità e l’incontro che ne avevano caratterizzato l’atmosfera sin dal 1949. Realizza mostre itineranti di Zauli in Giappone, Italia e Usa. Nel 2003 inaugura la Residenza d’Artista MCZ attraverso la quale si confronta e collabora poi con prestigiosi artisti, tra i quali Garutti, Marisaldi, Mercier, Peinado, Silver, Xhafa, Trevisani. Nel 2009 è ideatore e cofondatore del Distretto A – Faenza Art District. Dal 2003 tiene lezioni sul tema del management culturale e sulla propria esperienza, toccando sedi quali l’Università di Bologna, la Fondazione Fitzcarraldo di Torino, Il Museo d’Arte Moderna di Trento e Rovereto, la Trento School of Management, la Regione Emilia Romagna, Confindustria, Espacio Ceramico di Gjon, lo IUAV di Venezia, La Flash Art School di Milano, l’Istituto Italiano di Cultura a Tokyo. Dal 2014 è professore nel Corso di Alta Formazione Project management applied to artistic and cultural project, Regione Emilia Romagna, Bologna.