Open to Art

Il premio biennale Open to Art dedicato alla promozione della ceramica contemporanea è alla sua terza edizione. Le candidature apriranno a marzo 2018.

Lanciato nel 2014 per promuovere l’utilizzo della ceramica nell’arte contemporanea e nel design, il concorso - aperto agli artisti di ogni nazionalità, singoli o associati, senza limiti di età o vincoli tematici - ha riscontrato da subito grande interesse.

La seconda edizione ha confermato più di 300 partecipanti provenienti da 48 paesi da tutti e 5 i continenti.

La terza edizione, che aprirà le candidature a marzo 2018, conferma i Primi due Premi in denaro, pari a 5.000 euro ciascuno, per le due categorie di partecipazione, la sezione Arte e la sezione Design. Oltre a questi, sono previsti numerosi riconoscimenti, residenze d’artista, premi produzione, solo show e premi speciali in collaborazione con prestigiosi partner di settore, come è avvenuto nel 2016 con Accademia di Brera, Amfora, Artemide, Banca Euromobiliare, Museo Carlo Zauli, MIC, Fondazione Cologni, Espoarte. Le opere di tutti gli artisti finalisti saranno inoltre esposte presso la galleria Officine Saffi.

La giuria valuterà i partecipanti secondo i principi di originalità, ricerca, qualità tecnica, e sarà composta da personalità di spicco del mondo dell’arte e del design.
Nelle passate edizioni alcuni dei giurati sono stati: Alberto Biagetti (Designer), Mette Blum-Marcher (Direttrice di Gulgadergaard), Claudia Casali (Direttrice Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza), Carlotta De Bevilacqua (Vice Presidente di Artemide e Presidente di Danese Milano), Flaminio Gualdoni (docente e critico d’arte), Jennifer Lee (artista), Franco Marrocco (Direttore Accademia di Belle Arti di Brera), Shozo Michikawa (artista), Kristina Riska (artista), Jukka Savolainen (Direttore Design Museum di Helsinki).